La parola del giorno: “falbo”

Siamo davanti a un colore di vaghezza letteraria. Infatti difficilmente troveremo il falbo fra le scelte per la copertura del divano, e anzi i dizionari sono spesso perfino discordi su quale tonalità di giallo, più o meno, indichi. Ma questo, oltre ad essere naturale (noi pensiamo e vediamo gli stessi colori di una nostra nonna di venti, di cinquanta generazioni fa?) può essere, per la parola, un vantaggio.

Contenuti a cura di: Il Content Creator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *