La parola del giorno: “eufonico”

Questa parola è infingarda. Infatti la sua grecità le dà un’aura salda, statuaria, e specie in certi ambiti ci fa credere che la qualità che descrive possa essere di oggettività marmorea. Ma non è così. Nell’usarla si deve conservare la consapevolezza di star muovendo passi sul ghiaccio dell’opinione estetica.

Contenuti a cura di: Il Content Creator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *